Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina "Informativa sui cookie". Accettando acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies di cui fa uso il sito.

Viale degli aviatori, 128 - FOGGIA

info@gruppotelesforo.it

0881.309911 - 0881.659211

  • I Nostri Servizi Specialistici Ambulatoriali

    I Nostri Servizi Specialistici Ambulatoriali

  • 1

Cardiologia

La visita cardiologica è il primo approccio del paziente con lo specialista cardiologo. Ha il fine di giungere ad una diagnosi sulla base di sintomi riferentesi alla sfera del cuore.

L’elettrocardiogramma è il primo esame strumentale al quale si ricorre in caso di problemi cardiaci o per semplice prevenzione e/o controllo.

Non è invasivo e consiste nella registrazione elettrica dell’attività del cuore.

Il medico di medicina generale consiglia la visita cardiologica e l’elettrocardiogramma in caso di dolore toracico, aritmia cardiaca, ipertensione o ipotensione arteriosa, dispena da sforzo o a riposo (difficoltà respiratoria: affanno) …

E’ l’ecografia del cuore di cui ne permette lo studio morfologico (forma e dimensioni) e funzionale (contrattilità, flussi e portata). Permette lo studio del cuore mediante l’utilizzo degli ultrasuoni.

E’ un esame indolore, non nocivo (non prevede emissione di raggi X), ha una durata di 20-30 minuti, è ripetibile nel tempo, può essere eseguito in gravidanza.

Ecocardiogramma monodimensionale (M-mode), bidimensionale (B-mode), tridimensionale (T-mode) e transesofageo: permettono lo studio delle dimensioni delle camere cardiache, dello spessore delle pareti, della contrattilità del miocardio e l’evidenza di anomalie dei vasi venosi e arteriosi e delle valvole

Ecocolordopplergrafia  cardiaca ed ecodopplergrafia cardiaca: permettono di valutare il flusso del sangue (direzione e velocità )nelle cavità cardiache e diagnosticare e valutare eventuali disfunzioni valvolari.

L’Holter cardiaco o elettrocardiogramma dinamico completo secondo Holter è un esame non invasivo, è indolore e consente la registrazione dell’attività elettrica del cuore per 24 ore.

Consiste nel posizionamento sul torace di alcuni elettrodi legati ad un apparecchio di piccole dimensioni per la registrazione. Al paziente è consegnato, contestualmente, un diario sul quale annotare ogni azione che esula dalla routine (arrabbiature, scale ripide, attività sessuale…).

E’ un esame richiesto dallo specialista per individuare le cause di vari sintomi, dal dolore toracico alle vertigini, ad ischemie silenti…

E’ un esame che consente la registrazione della pressione arteriosa nel corso delle 24 ore.

Consiste nell’applicazione di un bracciale (solitamente al braccio sn) collegato ad un piccolo apparecchio per la raccolta dei dati. Il bracciale si gonfia periodicamente ed è consigliabile, quando ciò avviene, di sospendere ogni attività.

Al paziente è consegnato, contestualmente, un diario sul quale annotare ogni azione che esula dalla routine (arrabbiature, scale ripide, attività sessuale…).

E’ un esame ecografico che permette la valutazione della circolazione del sangue nel cervello. Le immagini si ottengono ponendo la sonda ecografica su un punto preciso della zona temporale (arteria cerebrale media).

E’ utilizzato per la diagnosi di una comunicazione intracardiaca (es. Forame Ovale Pervio) o artero-venosa polmonare.

Viene somministrato per via endovenosa un mezzo di contrasto, miscelato a soluzione fisiologica e a piccole quantità di aria. Con un’azione particolare si creano delle microbolle (innocue) che vengono somministrate, la soluzione arriva così al cuore dx e se esiste un difetto interatriale raggiunge l’atrio sn e poi l’arteria cerebrale media che porta circa l’80% del sangue al cervello.

Mediante la sonda a ultrasuoni vengono registrate le microbolle (microemboli) dal cui numero e tempo di comparsa dipende la gravità del difetto interatriale. La presenza delle microbolle si avverte anche acusticamente con un caratteristico scoppiettio.

E’ l’esame che permette l’individuazione delle patologie a carico del sistema circolatorio degli arti inferiori e superiori.

Va a studiare sia il circolo venoso sia quello arterioso o entrambi, a seconda della necessità richiesta. E’ indolore, non è invasivo e non ha controindicazioni.

E’ l’esame che studia i vasi sanguigni che irrorano la testa. E’ utilizzato per la diagnosi di patologie cerebrovascolari, nonché la morfologia dei vasi, la presenza di placche ateromatosiche e i flussi venosi e arteriosi.

E’ un esame innocuo e non ha controindicazioni.

E’ l’esame che studia l’aorta addominale per valutare l’esistenza di patologie a suo carico legate per lo più a dilatazioni e/o ostruzioni.

L’aorta è l’arteria più importante del nostro corpo. Nasce dal cuore, attraversa il torace (aorta toracica) e scende nell’addome (aorta addominale) per poi dividersi nelle arterie iliache comuni di dx e sn che si continuano nelle arterie femorali. Irrora, mediante ramificazioni, i grossi organi addominali.

E’ l’esame che studia la circolazione venosa e arteriosa dei testicoli. Si utilizza soprattutto per la diagnosi del varicocele (insufficienza dei vasi venosi). E’ indolore, non invasivo, ripetibile nel tempo e non ha controindicazioni.

E’ un esame diagnostico radiologico eseguibile mediante somministrazione di mezzo di contrasto che permette di visualizzare le arterie coronarie e la presenza di placche aterosclerotiche.

Necessita del digiuno e di un accesso venoso.

E’ un esame utile per completare l’iter diagnostico in un sospetto di cardiopatia ischemica.

Modalità di preparazione all’esame:

digiuno da almeno 8 ore, elettrocardiogramma eseguito recentemente ed esami ematochimici di base comprensivi della funzionalità renale e della elettroforesi proteica.

E’ consigliabile effettuare nelle 48 ore precedenti una terapia desensibilizzante per ridurre al minimo il rischio di eventi allergici.